STUDIO "E" ROMA s.r.l.
STUDIO "E" ROMA
Title
Vai ai contenuti
Radiazioni non ionizzanti

LA VALUTAZIONE DELL'IMPATTO ELETTROMAGNETICO

Campi elettromagnetici (CEM)

I CAMPI ELETTROMAGNETICI

La valutazione dei rischi derivanti dall'esposizione ai campi elettromagnetici è prescritta dagli articoli 206-212 del D.Lgs 81/08 e viene realizzata tramite la stesura del documento di valutazione dell'esposizione dei lavoratori, per mezzo di acquisizione e analisi dei dati, della raccolta di documentazione, dell'esecuzione di rilievi e campionamenti delle sorgenti e del livello di fondo degli ambienti più esposti.

L'ATTIVITÀ DI STUDIO "E" ROMA
La nostra società offre consulenza sulla valutazione dell'impatto elettromagnetico in ambito sanitario, industriale e delle telecomunicazioni, in particolare:
  • Certificazione delle Gabbie di Faraday di impianti medici di Risonanza Magnetica (RMN).
  • Certificazione delle apparecchiature che emettono campi Elettromagnetici (c.e.m.).
  • Certificazione e sorveglianza di impianti emittenti Radiazioni Non Ionizzanti, Stazioni Radio Base per Telefonia Mobile (TIM).

Il metodo di misura che Studio "E" Roma è solito adottare in questa tipologia di indagine strumentale è conforme a quanto previsto dalla vigente legislazione ed alle linee guida della Norma CEI 211-7 (gennaio 2001) “Guida per la misura e la valutazione dei campi elettrici e magnetici nell’intervallo di frequenza 10 kHz-300 GHz, con riferimento all’ esposizione umana”.

In particolare la normativa di riferimento per alte frequenze prevede la verifica dei livelli di esposizione attraverso misure di campo elettrico eseguite nel rispetto delle seguenti modalità:
  • il valore di campo elettrico considerato è il valore quadratico medio dei valori. espresso in V/m,  acquisiti almeno ogni 2 secondi;
  • in una misura della durata di sei minuti primi;
  • in assenza di corpi perturbanti (quali ad esempio l’esecutore delle misure).

Questo ultimo requisito si realizza:
  • utilizzando come sostegno del  sistema  di  misura un manufatto in legno;
  • posizionando il sistema di misura ad una distanza di rispetto, dipendente dalla lunghezza d’onda del campo di radiazione in misura, da qualsiasi oggetto che possa perturbare il campo stesso;

Le misure vengono, pertanto, eseguite con un sistema a banda larga dotato di sensore isotropico (in grado di misurare le componenti del campo elettromagnetico sui tre assi x, y, z).
La strumentazione di Studio "E" Roma fornisce un valore di campo efficace che è il risultato delle elaborazioni dei singoli valori misurati sui tre assi (componenti del campo elettromagnetico x, y, z).

CONTATTA SUBITO STUDIO "E" ROMA
Torna ai contenuti