Misurazione della radioattività naturale da gas Radon - Studio E Roma

STUDIO "E" ROMA s.r.l.
STUDIO "E" ROMA
Vai ai contenuti
Fisica medica e ambientale

LA MISURAZIONE DEL GAS RADON

Misurazione del gas Radon

CHE COS’È IL GAS RADON

Il Radon è un gas nobile e radioattivo, molto pesante, che può risultare cancerogeno, se inalato in quantità significative.
La principale fonte di questo gas è il terreno (altre fonti possono essere in misura minore i materiali da costruzione, specialmente se di origine vulcanica come il tufo o i graniti e l'acqua), dal quale fuoriesce e si disperde nell'ambiente, accumulandosi in locali chiusi, in cui diventa pericoloso.

L'ATTIVITÀ DI STUDIO "E" ROMA
Sopralluogo preliminare dei locali interessati dalla problematica Radon ed eventuale analisi dei dati ottenuti dalla campagna di misure già effettuata dal cliente.

Redazione di un Documento di Verifica a firma dell’Esperto Qualificato, che, oltre alle valutazioni dosimetriche per il personale coinvolto, conterrà tra l’altro le seguenti indicazioni:
  • nessuna azione aggiuntiva, se i valori riscontrati saranno abbondantemente inferiori ai livelli di azione previsti dalla vigente normativa;
  • proposta di idonee azioni correttive da adottare allo scopo di ridurre i valori di concentrazione di gas Radon.

Riscontro dell’efficienza dell’azione correttiva e del raggiungimento degli obiettivi:
  • campagna di misure di approfondimento, da effettuarsi prima della messa in opera delle azioni correttive con apparecchiatura di rivelazione attiva per Radon, nei punti di interesse, in questo caso le misure in ciascun punto avranno una durata di 48 – 72 ore;
  • ripetizione della campagna di misure da effettuarsi, con apparecchiatura di rivelazione attiva per Radon, dopo la messa in atto delle azioni correttive proposte e redazione di un documento tecnico di valutazione a firma dell’Esperto Qualificato.

Attività di validazione:
  • effettuazione di misure, mediante idoneo numero di rivelatori passivi a tracce, nei locali o punti individuati, allo scopo di verificare con le tempistiche fissate dalla normativa in riferimento, la correttezza delle azioni di rimedio adottate e redazione di un documento tecnico di valutazione a firma dell’Esperto Qualificato.
  • effettuazione di misure, mediante idoneo numero di rivelatori passivi a tracce, nei locali ubicati al piano terra e al primo piano secondo quanto previsto dalla nuova direttiva legislativa Italiana che sarà in vigore nel corso del 2018.

CONTATTA SUBITO STUDIO "E" ROMA
Torna ai contenuti